Cronaca Portanuova / Piazza della Marina

Dragaggio Porto Pescara, nuova protesta della marineria: caos e scontri

Momenti di tensione davanti alla Capitaneria di Porto di Pescara ed ora davanti alla Prefettura per la nuova protesta della marineria per i ritardi nel dragaggio. Sul posto Polizia e Carabinieri

Momenti di tensione nei pressi della Capitaneria di Porto e delle Prefettura di Pescara, dove è in corso la protesta della marineria che è tornata nuovamente in piazza per protestare contro i ritardi nel dragaggio del porto.

Inizialmente c'era stato il colloquio fra il Comandante della Direzione Marittima Verna ed i rappresentanti della marineria, ma quando il capitano di vascello ha fatto sapere che il porto non potrà essere chiuso fino a quando sarà inagibile, è scattata la dura reazione dei manifestanti, circa un centinaio, che hanno abbandonato il dialogo ed hanno sfondato la porta d'ingresso della Capitaneria. Si parla anche di lancio di pietre contro le finestre.

Sul posto presenti numerosi agenti di Polizia e Carabinieri. Com'era prevedibile, anche il traffico ha risentito della manifestazione, con la paralisi in alcune vie limitrofe a Piazza della Marina.

Ora la protesta si è spostata davanti alla Prefettura, dove la marineria chiede di incontrare il Prefetto.

Intanto, sul fronte delle procedure di dragaggio, ricordiamo che il sindaco Mascia aveva esortato ieri la ripresa dei lavori dopo che è arrivato il nulla osta per il dragaggio di altri 10 mila metri cubi di sabbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Porto Pescara, nuova protesta della marineria: caos e scontri

IlPescara è in caricamento