menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dragaggio, Mascia scrive alla Regione per chiede lo stato d'emergenza

Il sindaco Albore Mascia ha scritto una nota alla Regione per sollecitare il riconoscimento dello stato d'emergenza per il Porto Canale, ed avviare tempestivamente le operazioni di dragaggio

Il sindaco di Pescara Albore Mascia ha fatto sapere di aver inviato una nota alla Regione Abruzzo per richiedere di riconoscere lo stato di emergenza per la zona del porto canale di Pescara, in modo da avviare tempestivamente le operazione di dragaggio, diventate ormai indispensabili per evitare conseguenze economiche ancor più gravi di quelle già subite dagli operatori commerciali che lavorano direttamente o indirettamente nel porto.

"Una situazione paradossale se consideriamo che ormai da quasi un anno disponiamo del finanziamento di 1milione 900mila euro destinati proprio al dragaggio dello scalo, che è già stata espletata una gara d’appalto per affidare l’intervento, con l’aggiudicazione a un’impresa locale, ma comunque i lavori non riescono a partire, prima per un problema legato alle autorizzazioni, poi allo smaltimento dei detriti. E intanto il porto è sempre più impraticabile. " ha detto Mascia, annunciando per il prossimo 1 febbraio l'arrivo a Pescara di un esponente del Ministero.

"Ci attendiamo già la prossima settimana degli atti formali e sostanziali che possano risollevare lo scalo" ha concluso Mascia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento