rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Dragaggio, marineria esasperata: "Risposte entro venerdì altrimenti città nel caos"

La marineria di Pescara lancia un nuovo ultimatum alle istituzioni in merito al dragaggio ed ai fondi per le indennità dei pescatori. "Risposte entro venerdì altrimenti bloccheremo la città"

Nuovo ultimatum da parte della marineria di Pescara, esasperata per i continui ritardi e problemi.

Oggi i rappresentanti Camillo Grosso e Giovanni Verzulli hanno incontrato l'assessore regionale Febbo, per avere risposte in merito alle questioni cruciali che ruotano attorno al porto ed al dragaggio.

In particolare, i pescatori vogliono sapere quando potranno tornare in mare e quando inizieranno i lavori, e capire se i 3 milioni promessi nel Decreto Sviluppo saranno fruibili.

Gli armatori hanno annunciato che non potranno tornare con le barche in mare il 14 aprile, in quanto rischierebbero di far decadere i requisti necessari ad alcuni benefici già annunciati. Una situazione di stallo che dev'essere risolta il prima possibile

"Le risposte dovranno arrivarci nel corso di una riunione che stiamo convocando per venerdi' pomeriggio in Provincia con tutte le istituzioni interessate. Se le risposte non arriveranno andremo direttamente in Procura e se i soggetti invitati non si presenteranno ci sposteremo sull'asse attrezzato e bloccheremo Pescara" dichiarano gli armatori.

Ricordiamo che il Porto di Pescara è al centro di due inchieste riguardanti il primo bando per il dragaggio e lo smaltimento dei fanghi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio, marineria esasperata: "Risposte entro venerdì altrimenti città nel caos"

IlPescara è in caricamento