Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Rancitelli

Si lamenta per una dose di eroina di pessima qualità: massacrato di botte a Rancitelli

Si è lamentato con il suo pusher di fiducia per una dose di eroina di pessima qualità chiedendo di riavere i soldi, e come risposta è stato picchiato a sangue da quattro persone. Ora è in prognosi riservata

E' finito in prognosi riservata con diverse fratture e lesioni un 33enne chietino picchiato a sangue a Rancitelli giovedì sera. L'uomo, un tossicodipendente, aveva raggiungo via Lago di Capestrano per acquistare della droga dal suo pusher di fiducia, ma quando si è accorto che la dose ricevuta era di pessima qualità, si è lamentato.

BLITZ ANTIDROGA, 4 ARRESTI

Ha chiesto allo spacciatore di riavere i soldi, ed a quel punto è stato picchiato e pestato da quattro persone compreso il pusher stesso. Ferito e stordito, ha ripreso l'autobus per Chieti ed ha raggiunto il Pronto Soccorso. Qui, è stato medicato anche se inizialmente si è allontanato prima che tutti gli accertamenti venissero completati. Poco dopo però, rendendosi conto di avere gravi traumi, è tornato in ospedale dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed ora è in prognosi riservata. Del caso si sta occupando la Squadra Mobile di Pescara che tenterà di risalire agli aggressori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lamenta per una dose di eroina di pessima qualità: massacrato di botte a Rancitelli

IlPescara è in caricamento