rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Montebello di bertona

40enne scippata a Montebello di Bertona, in manette due giovani pregiudicati

Con l'accusa di rapina in concorso e lesioni personali gravi, i Carabinieri di Penne hanno arrestato due giovani che avevano appena derubato una donna, aggredendola mentre stava tornando a casa

Con l'accusa di rapina in concorso e lesioni personali gravi, i Carabinieri di Penne e del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato un pregiudicato 19enne (foto) originario della Serbia-Montenegro e un 17enne di Taranto. I due ragazzi, entrambi domiciliati a Pescara, hanno scippato una 40enne di Montebello di Bertona aggredendola mentre stava tornando a casa.

Nel fare questo, però, i giovani non erano soli: sono stati aiutati, infatti, da due 16enni pregiudicati e da una 18enne incensurata che conviveva a Pescara con il serbo. Tutti insieme, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno sorpreso da dietro la vittima mentre stava camminando in Contrada Campo Bertona.

A quel punto l'hanno strattonata con violenza per strapparle la borsa dalle mani, colpendola addirittura con un pugno in faccia e facendola rotolare a terra. Non contenti, l'hanno anche trascinata per alcuni metri, visto che la poverina cercava in tutti i modi di difendere la propria borsetta, che conteneva 30 euro.

I malviventi sono poi fuggiti con una Fiat Seicento la cui targa è stata parzialmente memorizzata dalla donna, che ha subito denunciato l’episodio ai Carabinieri. Poco dopo, gli uomini dell'Arma sono riusciti a rintracciare il serbo e il tarantino, insieme alla ragazza loro complice, a bordo dell'auto su una strada poderale in località Ponte Sant'Antonio a Penne.

All'interno della macchina sono stati ritrovati alcuni effetti personali della 40enne (una tessera di Media World e un bancomat), mentre la borsetta era stata abbandonata in un agro adiacente la Chiesa di San Pio a Montebello. La refurtiva è stata restituita alla proprietaria, che nel frattempo è stata ricoverata all’Ospedale di Pescara per traumi al volto, fratture allo zigomo e alla mascella e contusioni agli arti superiori, con una prognosi di 30 giorni.

Il 19enne serbo è stato rinchiuso presso la camera di sicurezza della caserma di Penne, mentre il 17enne tarantino è stato condotto presso il Centro di Prima Accoglienza per minori de L’Aquila. Bloccati, in tarda serata, anche i due 16enni pregiudicati, che erano scappati a piedi nelle campagne circostanti e sono stati sorpresi dai militari su un pullman di linea Penne-Pescara in possesso di due telefonini sottratti alla donna rapinata. Per loro, insieme alla 18enne, è scattata la denuncia in stato di libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

40enne scippata a Montebello di Bertona, in manette due giovani pregiudicati

IlPescara è in caricamento