rotate-mobile
Cronaca Città sant'angelo

Donna morta a Villa Serena, medico scagionato

La paziente era deceduta dopo un'operazione. Il tribunale di Pescara ha assolto con formula piena il dott. Antonio Merla Vitalone dall'accusa di omicidio colposo

Il dott. Antonio Merla Vitalone è stato assolto con formula piena dal tribunale di Pescara dove era stato processato con l'accusa di omicidio colposo per la morte, avvenuta sei anni fa, di una signora. Quest'ultima era stata ricoverata per un’operazione chirurgica presso la clinica privata Villa Serena di Città Sant’Angelo.

In seguito alla morte della donna, avvenuta il 17 maggio 2008, i parenti denunciarono alla Procura della Repubblica il chirurgo che aveva effettuato l’intervento affinché ne fosse verificato l’operato. Il dott. Vitalone era assistito in aula dall'avvocato Gaetano Mimola.

“Provo un grande dolore per i familiari della vittima - ha commentato il legale del medico - ma secondo i periti del Tribunale, e stando al primigenio parere della Procura, non vi fu responsabilità del sanitario nella causazione della morte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta a Villa Serena, medico scagionato

IlPescara è in caricamento