rotate-mobile
Cronaca Fontanelle / Strada Colle Orlando

Donna morta a Colle Orlando, il convivente della vittima non risponde alle domande del Gip

Gelu Cherciu, romeno accusato di aver provocato la morte della convivente Monica Gondos lo scorso 30 maggio nella loro abitazione di strada Colle Orlando, ha deciso di non rispondere alle domande durante l'interrogatorio

Non ha risposto alle domande del Gip Gelu Cherchiu, il cittadino romeno accusato di aver proprovato la morte della convivente Monica Gondos, 53enne sua connazionale trovata morta nella loro abitazione in strada Colle Orlando a Pescara lo scorso 30 maggio.

PROVOCÒ LA MORTE DELLA CONVIVENTE, ARRESTATO

L'uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia aggravati dalla morte della vittima. All'interrogatorio erano presenti il gip Nicola Colantonio, il procuratore Anna Benigni e l’avvocato dell'uomo Amalia Cinanni. Secondo l'accusa, in base a quanto risulta dall'autopsia e da alcune testimonianze, l'uomo avrebbe chiamato i carabinieri solo cinque ore dopo la morte della donna, colpendola ripetutamente fino a farle perdere i sensi e deceduta poi per la rottura delle costole che ha provato un'insufficienza respiratoria fatale. L'uomo, durante una telefonata intercettata, si era addirittura vantato di averla fatta franca dopo essere stato interrogato dai carabinieri quel 30 maggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta a Colle Orlando, il convivente della vittima non risponde alle domande del Gip

IlPescara è in caricamento