Donna condannata per aver picchiato i figli piccoli nonostante la semi infermità mentale

Come riferisce Ansa Abruzzo, la 41enne era accusata di reiterati maltrattamenti in famiglia contro i 4 figli minori avvenuti nel Pescarese tra il 2011 e il 2014

Una donna di 41 anni è stata condannata dal tribunale monocratico di Pescara a un anno e 4 mesi di reclusione.
Come riferisce Ansa Abruzzo, la 41enne era accusata di reiterati maltrattamenti in famiglia contro i 4 figli minori avvenuti nel Pescarese tra il 2011 e il 2014. 

La condanna è stata richiesta dal pm mentre l'avvocato Carlo Corradi, legale della difesa, aveva invocato l'assoluzione vista anche la perizia redatta da uno psichiatra, incaricato dal tribunale, che aveva accertato la semi infermità mentale della donna.

La donna, secondo l’accusa, in più occasioni colpì i figli piccoli picchiandoli con una cinta, lanciando le proprie scarpe addosso ai ragazzini e graffiandoli. In un’occasione spinse anche un giravite sulla nuca di un figlio e sistemò lo stesso nella vasca da bagno, per poi sottoporlo ad un getto di acqua gelida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

Torna su
IlPescara è in caricamento