menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica tragica sulle spiagge: due morti annegati

Il mare abruzzese non ha lasciato scampo a due persone, ieri, morte annegate davanti ai propri cari. Gli episodi sono avvenuti a Cerrano e Francavilla. Decine gli interventi anche a Pescara, a causa del forte vento e del mare agitato

Una domenica di fine luglio come le altre, all'insegna del relax e del divertimento in spiaggia. Invece, quella di ieri, si è trasformata in una giornata di sangue sulle coste abruzzesi.

Due persone sono morte annegate e decine di interventi di salvataggio sono avvenuti lungo il litorale abruzzese. Il forte vento, infatti, ha reso il mare particolarmentre agitato. Purtroppo in molti non hanno rispettato le bandiere rosse e si sono avventurati in acqua.

Il primo tragico episodio è avvenuto a Cerrano, nei pressi della spiaggia libera adiacente alla famora torre.

Fabio Di Domenica, un 28 enne di San Giovanni Teatino, è annegato mentre si trovava in spiaggia con la moglie incinta ed alcuni amici.

Entrato in acqua per fare una breve nuotata, ha iniziato ad avere difficoltà, fino a quando non è stato soccorso dagli amici che lo hanno ricondotto a riva nel tentantivo di rianimarlo.

Subito le sue condizioni sono apparse gravi, i soccorsi del 118 lo hanno portato all'ospedale di Atri, dove è morto. La moglie ha accusato un malore e si trova ricoverata nello stesso ospedale.

Il secondo episodio, invece, è, avvenuto a Francavilla, dove un uomo ha tentato di salvare il figlio in difficoltà fra le onde.

Si tratta di Roberto Di Bernardo, un 49 enne di Celano, in spiaggia con la moglie ed il figlio di 12 anni. Proprio il figlio è stato trascinato dal mare agitato ed ha iniziato ad avere difficoltà. Il padre, che aveva già perso una figlia in un incidente, si è subito lanciato in soccorso del figlio, ma il mare lo ha tradito.

Un bagnino è subito intervenuto portando in salvo il ragazzino e la moglie, ma al momento di recuperare l'uomo si è accorto che era già morto annegato.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento