menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica d'inferno a Pescara, fra il caldo ed i parcheggi selvaggi

I lavori per la pista ciclabile hanno impedito i parcheggi sul lungomare nord, ma il Comune non ha ancora aperto le aree utilizzate lo scorso anno. Caos e soste selvagge a Pescara oltre al caldo torrido

Nella prima domenica estiva, arrivata con qualche settimana d'anticipo grazie al clima caldo e torrido degli ultimi giorni, Pescara si è scoperta una città impreparata all'assalto dei bagnanti.

Sono tantissimi, infatti, coloro che hanno deciso di combattere l'ondata di caldo anomala che ha colpito Pescara e tutta l'Italia, andando al mare per fare il primo bagno e cercare ristoro in spiaggia, ma a tutti gli automobilisti si è presentata una triste e prevedibile sorpresa.

Lungo tutta la riviera nord, infatti, fino ai confini con Montesilvano, i lavori di realizzazione della pista ciclabile e di sistemazione dei marciapiedi, hanno impedito le soste auto davanti agli stabilimenti, e quindi già nelle prime ore del mattino la situazione era critica. Oltre a questo, il Comune non ha ancora aperto le aree limitrofe alla riviera dove lo scorso anno era possibile parcheggiare l'auto, e probabilmente non lo farà, visto che non è stato trovato nessun accordo con i proprietari dei terreni.

Il risultato è stato una corsa al parcheggio selvaggio, con file interminabili, nervosismo e tensione che i bagnanti hanno scaricato anche nei confronti degli incolpevoli titolari degli stabilimenti, che chiedono al Comune un intervento deciso e rapido per evitare il caos per tutta la stagione.

Nonostante le auto in divieto di sosta fossero diverse centinaia, i vigili urbani hanno deciso di chiudere un occhio vista la situazione d'emergenza, multando solo i casi più gravi, e rimuovendo non più di una decina di auto.

Ci vorranno interventi tempestivi per evitare che, per l'estate 2009, una stagione decisiva ed importante per Pescara, ogni domenica si trasformi in un calvario per i turisti e bagnanti in città.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento