Cronaca

Divieto di accesso nei locali del centro per uno dei giovani protagonisti della rissa, il provvedimento del questore

È la prima volta che il questore adotta un provvedimento del genere, destinatario un minorenne già noto alle forze dell'ordine

Divieto di accesso agli esercizi pubblici e ai locali di pubblico trattenimento della cosiddetta movida del centro cittadino.
Questa la misura decisa dal questore di Pescara, Luigi Liguori, nei confronti di uno dei tre giovani protagonisti della furiosa lite in centro dello scorso 6 febbraio.

Destinatario del provvedimento (è la prima volta che viene adottato) è un ragazzo minorenne già noto alle forze dell'ordine, che si era reso responsabile di una rissa avvenuta il pomeriggio di sabato 6 febbraio, fuori da un locale di via De Cesaris.

Venne deferito alla competente autorità giudiziaria e sanzionato per la violazione della normativa anti-Covid-19.

Il questore, quale autorità locale di pubblica sicurezza, nell’ambito dell’attività quotidiana di prevenzione delle fenomenologie criminali, ha adottato questa misura lo scorso 12 febbraio come prevenzione “atipica”, prevista dalla legge 48 del 2017 , recentemente modificata dalla legge 173 del 2020 e consente, appunto, di impedire l’accesso ai predetti luoghi, a soggetti che, nell’ultimo triennio, siano stati denunciati per aver commesso reati, in occasione di gravi disordini avvenuti in locali pubblici o aperti al pubblico.

Il giovane dunque non potrà accedere per un anno nei locali del centro della movida e delle vie limitrofe dalle ore 18 alle 4 di notte. Se il provvedimento (che si differenzia dal Daspo urbano) non dovesse essere rispettato la pena è della reclusione da 6 mesi a 2 anni e una multa da 8 mila a 20 mila euro.
Per gli altri 2 giovani coinvolti nella rissa è stato emesso un ordine di rimpatrio con foglio di via obbligatorio non avendo alcun interesse attivo nella città di Pescara con divieto di ritorno nel comune. Tutti e tre sono ragazzi dei centri limitrofi al capoluogo adriatico.

Nella foto Daniela Pasqua, dirigente della divisione anticrimine della polizia di Pescara

daniela pasqua dirigente anticrimine polizia questura pescara-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto di accesso nei locali del centro per uno dei giovani protagonisti della rissa, il provvedimento del questore

IlPescara è in caricamento