rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Bussi sul tirino

Discarica di Bussi, rischio di prescrizione dopo il caso Eternit a Torino?

Secondo il quotidiano La Stampa, il processo per la Discarica di Bussi in corso a Chieti presso la Corte d'Assise potrebbe andare in prescrizione anticipata, dopo il caso del processo Eternit di Torino

Processo per la discarica di Bussi a rischio prescrizione? Secondo il quotidiano La Stampa il procedimento penale in corso presso la Corte d'Assise di Chieti, potrebbe avere la stessa sorte del processo Eternit di Torino, con la prescrizione dei reati per gli imputati.

Anche il processo riguardante l'Ilva di Taranto potrebbe avere problemi simili, considerando che il precedente creato dal processo torinese potrebbe essere utilizzato dagli avvocati della difsa datosi che i reati contestati sono simili.

Attualmente, per il processo sulla discarica Montedison sono 19 gli imputati, con il Ministero dell'Ambiente e l'Avvocatura dello Stato che, come parti Civili, hanno chiesto un maxi risarcimento da un miliardo di euro.

I fatti contestati però risalgono addirittura al periodo fra il 1963 e l 1971, quando la discarica fu realizzata. Già poche settimane fa la difesa aveva parlato di "discarica legittima" in quanto le leggi in materia di tutela ambientale erano molto meno restrittive di quelle attuali.

Secondo l'accusa, già nel 1993 fu lanciato l'allarme inquinamento per la discarica, e la Montedison era già a conoscenza della possibile contaminazione delle falde acquifere nella zona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Bussi, rischio di prescrizione dopo il caso Eternit a Torino?

IlPescara è in caricamento