menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabili, spariscono le borse lavoro per i malati psichiatrici: sit in il 29 febbraio

Il 29 febbraio prossimo le borse lavoro finanziate dalla Regione ai malati psichiatrici saranno definitivamente cancellate. L'allarme arriva direttamente dall'associazione disabili Carrozzine Determinate

Sit in di protesta il 29 febbraio davanti alla sede della Regione, contro il taglio definitivo delle borse lavoro destinate ai malati psichiatrici abruzzesi assistiti dai Dipartimenti di Salute Mentale della Regione Abruzzo.

A denunciare l'accaduto l'associazione di disabili Carrozzine Determinate guidata da Claudio Ferrante. La legge regionale non è stata rifinanziata, e quindi i fondi sono destinati a terminare.

"E' stato uno strumento importante che ha offerto ad oltre 300 persone,ogni anno, esperienze e legami sociali, di valorizzazione e sviluppo delle proprie capacità,di appartenenza, di essere riconosciuti come parte integrante di un tessuto sociale. Nello stesso tempo è stato un'importante sostegno alle famiglie dei malati che hanno potuto contare su un aiuto concreto nella gestione delle difficoltà della vita quotidiana. Ma è stato anche uno dei pochi atti di innovazione, di riorganizzazione e risparmio della spesa socio-sanitaria." ha dichiarato Ferrante, aggiungendo che questi processi di inclusione sociale dei disabili mentali permettono anche di migliorare la qualità della vita delle famiglie dei pazienti.

"E' questa la politica innovativa della Regione abruzzo? E' questo il nuovo che avanza nella riorganizzazione del sistema socio-sanitario?" ha dichiarato Ferrante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

  • Attualità

    VIDEO | Contagi in calo, Marsilio: "La provincia di Pescara è quasi zona bianca"

  • Sport

    Atletica, nel weekend allo stadio il 1° meeting 'Città di Pescara'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento