rotate-mobile
Cronaca

Difendersi dal cyberbullismo, presentato a Pescara il manuale del Corecom

In distribuzione 20mila copie dal 24 maggio. Martusciello: "Fondamentale è un intervento educativo sull'uso consapevole del web, che fornisca gli strumenti cognitivi per comprendere i rischi e le opportunità"

Una 'guida' pratica per difendersi dal cyberbullismo. Arriva infatti il vademecum realizzato dal Corecom Abruzzo, per aiutare studenti, genitori e insegnanti a tutelare la propria reputazione online e navigare in rete in modo consapevole. Gli strumenti di lotta al fenomeno sono elencati nel pratico volume dal titolo 'Cyberbullismo e web reputation: istruzioni per l'uso'. La presentazione a Pescara, alla presenza del presidente nazionale dei Corecom italiani e del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, nonche' del Commissario AGCom, Antonio Martusciello.

"Il manuale verrà distribuito in 20mila copie dal 24 maggio prossimo allegato al quotidiano d'Abruzzo 'Il Centro' e poi nelle scuole abruzzesi con iniziative mirate", ha riferito Lucci. "Abbiamo deciso di fornire, attraverso queste pagine, un piccolo grande aiuto per evitare di cadere in situazioni pericolose o difficili da gestire".

Cyberbullismo: nel 2017 sono stati segnalati 88 casi

Alcuni numeri ci possono dare la reale dimensione del cyberbullismo: secondo i dati delle Polizia Postale, a livello nazionale, nel 2017 sono stati segnalati 88 casi di minacce, ingiurie e molestie online; 70 furti di identità sui social network; 27 casi di diffusione di materiale pedopornografico e 8 di stalking; inoltre 31 minori sono stati denunciati perché ritenuti responsabili di reati. E manca, si legge nella guida, tutta la parte che non viene denunciata e quindi non emerge.

Nella guida, pubblicata in un formato di immediata lettura, con brevi capitoli e brevi paragrafi, vengono trattati consigli utili all'uso del web e dei social. In particolare si mette in guardia il lettore dalle insidie del web come il fatto che la rete non dimentica e che dal primo impatto avviene quella che viene definita 'la stretta di mano digitale' che agisce in modo invisibile su chi decide di entrare nella comunità del web.

"Fondamentale - ha detto Martusciello - è un intervento educativo sull'uso consapevole del web, che fornisca gli strumenti cognitivi per comprendere i rischi e le opportunità. Da qui la rilevanza dell'iniziativa editoriale realizzata dal Co.Re.Com Abruzzo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difendersi dal cyberbullismo, presentato a Pescara il manuale del Corecom

IlPescara è in caricamento