Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Falsificano le dichiarazioni sui carichi penali per ottenere il reddito di cittadinanza: scoperti alti due "furbetti"

Le indagini sono state condotte dalla guardia di finanza di Pescara che ha denunciato alla Procura i soggetti che avevano fornito dichiarazioni non veritiere sui carichi pendenti dei familiari

Due persone sono state denunciate dalla guardia di finanza in quanto hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. Le fiamme gialle del comando provinciale di Pescara, infatti, hanno scoperto che i beneficiari grazie a dichiarazioni false all'Inps, hanno percepito complessivamente 25.500 euro per la misura di sostegno offerta dallo Stato.

In particolare, entrambi non avevano segnalato dei carichi penali propri o dei componenti familiari, come previsto invece dalla norma che disciplina i requisiti per accedere al reddito di cittadinanza. La denuncia, oltre che segnalare l'indebita ricezione del reddito, servirà anche ad avviare le procedure per interrompere l'erogazione.

Complessivamente, dall’inizio degli accertamenti svolti nel corso della pandemia, sono stati accertati 94 casi d’indebita percezione di reddito di cittadinanza o altre prestazioni sociali agevolate, per un importo totale indebitamente percepito da soggetti non aventi diritto, pari a 740.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsificano le dichiarazioni sui carichi penali per ottenere il reddito di cittadinanza: scoperti alti due "furbetti"

IlPescara è in caricamento