Venne accusato di aver palpeggiato una sua paziente minorenne, dentista pescarese risarcito dopo 12 anni

Ma a distanza di 12 anni da questa accusa infamante la vicenda si conclude non solo con l'assoluzione del professionista (risalente al 2015) ma anche con un risarcimento

Era il 2008 quando un dentista di Pescara venne accusato di aver palpeggiato una sua paziente, una minorenne di 16 anni nel suo studio medico.
Ma a distanza di 12 anni da questa accusa infamante la vicenda si conclude non solo con l'assoluzione del professionista (risalente al 2015) ma anche con un risarcimento.

Infatti la ragazza divenuta ormai donna dovrà risarcire il dentista insieme ai genitori con 27 mila euro.  

Il professionista, assistito dagli avvocati Dante Angiolelli e Fabio Di Paolo, prima dell'assoluzione del 2015 da parte dei giudici della Corte d'Appello dell'Aquila venne condannato in primo grado con la sentenza del 2014 a un anno e due mesi e all'nterdizione per 5 mesi dalla professione. Adesso però la causa civile ha portato al riconoscimento da parte del giudice del danno biologico subìto portando alla condanna di ragazza e genitori al pagamento di 27 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento