Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Ospedale / Via Rigopiano

Covo dei disperati in via Rigopiano: il Comune promette di intervenire

Dopo le proteste dei residenti che lamentano da mesi la presenza di tossicodipendenti e disperati all'interno di uno stabile privato abbandonato, il Presidente del Consiglio Comunale ha garantito un intervento in tempi brevi

foto d'archivio

Presto il Comune interverrà sullo stabile privato abbandonato in via Rigopiano, diventato da tempo covo di tossicodipendenti, sbandati e senzatetto. Lo ha fatto sapere il Presidente del Consiglio Comunale Blasioli, intervenuto dopo le segnalazioni e denunce inoltrate dai residenti.

Nella zona infatti soprattutto di notte si nota un continuo movimento di persone nella struttura, dove addirittura vengono accesi fuochi mettendo a rischio anche l'incolumità di chi abita nelle palazzine limitrofe. Il caso, conferma Blasioli, è stato già segnalato alla Polizia Municipale. "Si agirà come accaduto di recente nello stabile sulla Tiburtina, anch’esso privato, in modo da consentire la bonifica e la messa in sicurezza della struttura, che in quanto fatiscente è un pericolo per la pubblica incolumità.
Un’attività che porterà non solo allo sgombero, ma anche alla richiesta ai proprietari di provvedere alla chiusura dello stesso, anche tramite ordinanza. "

TIBURTINA, SGOMBERATO IL COVO DEI DISPERATI

Blasioli ha anche confermato che, come avviene già in altre aree della città sensibili a questo tipo di problematica, oltre all'intervento di repressione partirà anche un piano di aiuto sociale per le persone emarginate rintracciate nello stabile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covo dei disperati in via Rigopiano: il Comune promette di intervenire

IlPescara è in caricamento