Cronaca

Degrado ed abbandono sulla Strada Parco, Pescara Mi Piace: "Situazione di stallo inaccettabile"

L'ex vicesindaco Fiorilli interviene in merito alla situazione di degrado in cui versa la Strada Parco, con l'infrastruttura della filovia ormai abbandonata. "La giunta Alessandrini deve decidere, basta rinvii"

Basta atteggiamenti pilateschi e rinvii. La giunta Alessandrini deve decidere il futuro della Strada Parco, ormai abbandonata nel degrado assoluto con le infrastrutture per la filovia che presto rischiano di divenire inutilizzabili. A chiedere un intervento è l'ex vicesindaco Fiorilli, di Pescara Mi Piace che parla di una situazione inaccettabile frutto di anni, decenni di mancate decisioni da parte degli amministratori locali.

STRADA PARCO NEL DEGRADO

“La verità storica è chiara ed è sotto gli occhi di tutti: senza il progetto della filovia, le amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo non avrebbero mai avuto le risorse necessarie per riqualificare l’ex tracciato ferroviario, oggi via Castellamare. Il sindaco Carlo Pace e l’onorevole Nino Sospiri, negli anni ’90, hanno invece avuto l’intuizione e la lungimiranza di pensare a un nuovo utilizzo di quell’asse che fosse capace anche di allentare la morsa del traffico e dello smog nel centro cittadino, ovvero trasformarlo in una corsia preferenziale per nuovi mezzi pubblici, veloci, moderni a basso impatto ambientale, ovvero il filobus, pensando nal collegamento tra Montesilvano-Pescara- nuovo Tribunale-aeroporto e Francavilla al Mare.

E in quel progetto innovativo hanno avuto una capacità progettuale tale da pensare anche a realizzare corsie per le bici e spazi per i pedoni. Ma da qui a chiamare quella lunga striscia d’asfalto ‘parco’ c’è poi voluta la fantasia di chi ha strumentalizzato quel cantiere pretendendo, di fatto, di privatizzare quell’asse e di sottrarre alla città il diritto di portare avanti il progetto della filovia.

Fiorilli conclude auspicando un'assunzione immediata di responsabilità da parte del sindaco e della giunta:

Via Castellamare oggi, grazie ai vari comitati di lotta e di governo e grazie al Pd, non è né carne né pesce, non è una strada per mezzi pubblici, non è un asse per auto private, men che meno è un parco, ma è una ‘terra di nessuno’ in cui chi amministra il territorio non osa toccare una virgola per non assumersene, poi, le responsabilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado ed abbandono sulla Strada Parco, Pescara Mi Piace: "Situazione di stallo inaccettabile"

IlPescara è in caricamento