Cronaca

Il questore emette un Daspo per un tifoso dopo Ascoli-Pescara

È quello adottato dal questore di Ascoli Piceno al termine degli accertamenti della polizia di Stato dopo la partita Ascoli-Pescara

Un provvedimento preventivo di divieto di accesso ai luoghi di manifestazioni sportive (Daspo) nei confronti di un ultras.
È quello adottato dal questore di Ascoli Piceno al termine degli accertamenti della polizia di Stato dopo la partita Ascoli-Pescara.

Lo scorso 6 ottobre, come riferisce l'Adn Kronos, in occasione della partita Ascoli Calcio-Pescara allo stadio comunale Cino e Lillo Del Duca, l'uomo si è reso responsabile, insieme a un gruppo di persone, di episodi di violenza, minaccia e intimidazione.

Le indagini hanno permesso di accertare che, al termine dell'evento sportivo, l'ultras, cedendo alla provocazione dei cori dei tifosi pescaresi intenti a festeggiare per la vittoria, si è sfilato la cintura dai pantaloni e, con fare minaccioso e intimidatorio, l'ha brandeggiata in aria all'indirizzo della contrapposta fazione, invitandola allo scontro. Avvicinatosi al cordone di stewards schierati per impedire alle opposte schiere di tifosi di venire a contatto, l'uomo ha continuato a far ruotare la cintura, mimando il gesto dello sgozzamento, sempre all'indirizzo dei sostenitori ospiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il questore emette un Daspo per un tifoso dopo Ascoli-Pescara

IlPescara è in caricamento