rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Luciano D'Alfonso prosciolto nel processo Urbanistica al Comune

Nuova vittoria giudiziaria per l'ex sindaco D'Alfonso. Il GUP di Pescara lo ha prosciolto perche "il fatto non sussiste" nell'ambito dell'inchiesta riguardante l'Urbanistica al Comune. Niente processo

Nuova importante vittoria giudiziaria per l'ex sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso.

Il Gup Sarandrea infatti lo ha prosciolto "perchè il fatto non sussiste", assieme agli altri imputati, fra i quali l'ex braccio destro Dezio, l'ex presidente del consiglio comunale Di Biase, e i consiglieri comunali Dogali e Giuseppe Bruno. Il pm Varone aveva chiesto il processo per corruzione e concussione anche per i costruttori Aldo Primavera; Lorenzo Di Properzio; Michele D'Andrea; Giovanni Di Vincenzo; Franco Lamante; Alfio Sciarra; Enio Chiavaroli.

Aldo Primavera e il geometra del Comune di Pescara Paolo Marotta sono stati invece rinviati a giudizio. Il processo inizierà il 31 ottobre. Per loro l'accusa è di aver offerto per ottenere il voto del consigliere Di Nisio.

La vicenda è quella degli accordo di programma e l'urbanistica nel periodo fra il 2006 e il 2008. In tutto gli imputati erano 19.

Ricordiamo che l'ex sindaco era stato assolto invece in primo grado nell'ambito del processo Housework.

Per D'Alfonso resta dunque in sospeso il processo sulla realizzazione della Mare Monti, la variante alla SS81, per il quale è stato rinviato a giudizio nei giorni scorsi.

L'INCHIESTA Tutta la vicenda ruotava attorno a una lista di nomi di imprenditori del settore edile rinvenuta in un cassetto di Guido Dezio, con delle cifre segnate di lato. Secondo l'accusa, si trattava di tangenti ricevute dal sindaco a fronte di alcuni accordi di programma favorevoli ai costruttori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luciano D'Alfonso prosciolto nel processo Urbanistica al Comune

IlPescara è in caricamento