rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Cyberbullismo: al via la terza edizione di “Una vita da social”

Farà tappa anche a Pescara la terza edizione della campagna educativa itinerante su tutto il territorio nazionale realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione

Fara’ tappa anche a Pescara la terza edizione di “Una vita da social”, la campagna educativa itinerante su tutto il territorio nazionale realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca nell’ambito del progetto Generazioni Connesse del Safer Internet Center Italia, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete. Un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni, co-finanziato da quest’anno dalla Commissione Europea, riconoscendolo come una delle migliori “best practices” in Europa.

L’obiettivo dell’iniziativa e’ quello di “fare in modo che i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti e il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano più”. Nel corso delle due edizioni precedenti ha raccolto un grande consenso: gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno incontrato circa 150mila studenti nelle piazze e 800mila nelle scuole, 25mila genitori, 10.800 studenti insegnanti per un totale di 2.800 istituti scolastici, 18mila km percorsi e oltre 130 citta’ raggiunte.

Secondo una ricerca di Skuola.net, realizzata per la Polizia di Stato, su un campione di circa 4mila studenti di scuole medie e superiori, 2 studenti su 3 affermano che le proprie competenze digital provengono in tutto o quasi da esperienze di apprendimento extra scolastico. Solo l’8% degli intervistati attribuisce alla scuola un ruolo fondamentale nell’alfabetizzazione informatica. Sempre secondo la ricerca di Skuola.net, il 58% degli studenti, nell’anno scolastico 2014/2015, non ha ricevuto dalla scuola incontri di formazione sull’uso consapevole della rete. La restante parte invece ha potuto usufruire di queste opportunita’ formative, anche se 1 su 4 ha deciso di non prendervi parte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cyberbullismo: al via la terza edizione di “Una vita da social”

IlPescara è in caricamento