rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Cinque morti sul lavoro a Firenze: la trave crollata fornita da un'azienda abruzzese, forse non era stata fissata

Si tratta di un'azienda della provincia di Teramo, i cui vertici non risultano al momento coinvolti nell'indagine; fra le vittime dell'incidente, una delle quali ancora dispersa, c'è anche il teramano Luigi Coclite

Sarebbe stata un'azienda abruzzese a fornire, tra le altre cose, anche la trave che è crollata nel cantiere del supermercato a Firenze, venerdì; l'incidente sul lavoro è costato la vita a cinque operai, uno dei quali non è ancora stato trovato. Fra le vittime c'è anche Luigi Coclite, classe 1964, di Teramo.

Come ricostruisce Firenze Today, che cita il TgRai Abruzzo, si tratta della Rdb di Atri (Teramo), che sarebbe una delle oltre trenta ditte contemporaneamente impegnate nella costruzione del nuovo supermercato fiorentino; secondo quanto raccontato dal tg regionale della Rai, il personale della ditta abruzzese non avrebbe ancora concluso il fissaggio della trave incriminata, quando il personale di un'altra società avrebbe avviato la gettata di cemento nella stessa area, all'ultimo piano della struttura.

Nell'azienda di Atri sono arrivati gli agenti della polizia postale dell'Aquila, che hanno acquisito la documentazione relativa all'appalto con Esselunga. Nella ditta sono state eseguite immediatamente verifiche sul materiale prodotto, ma non risulterebbero anomalie. I vertici della Rdb al momento non sono indagati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque morti sul lavoro a Firenze: la trave crollata fornita da un'azienda abruzzese, forse non era stata fissata

IlPescara è in caricamento