rotate-mobile
Cronaca

Criminalità: capo di una baby gang condannato a sei anni

E' un 21enne, pluripregiudicato, ritenuto una delle figure di spicco della baby gang responsabile di numerose aggressioni e rapine ai danni di alcuni giovani a Pescara vecchia

Elvis Neziri, 21enne originario dell'ex Jugoslavia e domiciliato a Pescara, pluripregiudicato, e' stato condannato dal Tribunale collegiale del capoluogo adriatico a sei anni di reclusione per concorso in rapina, lesioni e violenza privata. Il giovane è una delle figure di spicco della baby gang ritenuta responsabile di numerose aggressioni e rapine avvenute negli anni scorsi nei confronti di alcuni giovani a Pescara vecchia.

Il pm Giuseppe Bellelli aveva chiesto per lui 12 anni. Nello specifico, il giovane oggi e' stato condannato per due rapine commesse una il 29 marzo 2014 nei confronti di un 17enne residente a Pescara e l'altra il 19 aprile 2014 ai danni di un albanese.

Per quanto riguarda il primo episodio, secondo l'accusa il 21enne e i suoi complici minorenni avrebbero preso a pugni e calci la vittima e poi si sarebbero impossessati del suo cellulare, di una catenina e di 200 euro.

Nel secondo episodio, invece, l'albanese sarebbe stato attirato in una zona periferica con il pretesto di acquistare biglietti di ingresso in un locale e li', dopo essere stato aggredito con pugni e calci, sarebbe stato rapinato di 60 euro.

Entrambe le vittime finirono in ospedale a Pescara con prognosi di diversi giorni per fratture e lesioni varie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità: capo di una baby gang condannato a sei anni

IlPescara è in caricamento