Cronaca Rancitelli

Cosparge il figlio di alcol dopo una lite e gli da fuoco: dramma della disperazione a Rancitelli

Dramma familiare ieri sera in via Lago di Capestrano dove una donna di 75 anni ha cosparso il figlio di alcol al termine di una lite e gli ha dato fuoco. L'uomo, un 51enne, è in fin di vita

Ancora una tragedia familiare della disperazione a Pescara. Ieri sera, in un appartamento di via Lago di Capestrano a Rancitelli, una donna di 75 anni ha tentato di uccidere il figlio di 51 cospargendolo di alcol per poi dargli fuoco. L'uomo, che ha seri problemi di alcolismo, pare sia rientrato a casa e dopo pochi minuti è scoppiata l'ennesima violenta lite.

La donna, Maddalena Roccia, presa dall'esasperazione ha rovesciato una bottiglia di alcol etilico sul figlio e poi ha appiccato il fuoco con un accendino. L'uomo è diventato istantaneamente una torcia umana e le urla e l'odore di bruciato hanno richiamato l'attenzione della vicina di casa che è intervenuta spegnendo le fiamme con una coperta.

Sul posto è arrivata la Polizia assieme al 118. Trasportato in ospedale, attualmente il 51enne è in rianimazione in progonosi riservata. Ha ustioni gravissime su tutto il corpo ed il viso completamente ustionato. Probabilmente sarà trasferito in un centro specializzato a Roma. Per la donna è scattata l'accusa di tentato omicidio. Anche lei si trova in ospedale nel reparto di psichiatria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosparge il figlio di alcol dopo una lite e gli da fuoco: dramma della disperazione a Rancitelli

IlPescara è in caricamento