Cronaca Centro / Corso Vittorio Emanuele II

Corso Vittorio, si parte: da venerdì la chiusura al traffico

Ci siamo: da venerdì 28 febbraio scatterà la chiusura al traffico di corso Vittorio Emanuele. Sono 18 le linee della Gtm che, di conseguenza, devieranno il proprio percorso

Ci siamo: da venerdì 28 febbraio scatterà la chiusura al traffico di corso Vittorio Emanuele. Sono 18 su 20 le linee di autobus della Gestione Trasporti Metropolitani che, di conseguenza, devieranno il proprio percorso.

Tutti i mezzi in direzione sud-nord svolteranno in via Caduta del Forte, per proseguire in via De Gasperi, e quindi imboccare o via Bassani e Pavone o, in alternativa, la strada realizzata sul lato mare delle aree di risulta; in direzione nord-sud transiteranno su corso Vittorio Emanuele, per svoltare ugualmente sui due assi delle aree di risulta e proseguire in via De Gasperi-via D’Annunzio o via Caduta del Forte, con l’istituzione della corsia preferenziale sul Ponte Risorgimento. Quando sarà liberato dal cantiere, corso Vittorio tornerà ad accogliere il transito dei pullman.

“Rivolgo un invito agli automobilisti – ha detto il vicesindaco Fiorilli – a cominciare a utilizzare, sin d’ora, via Chieti ed evitare di congestionare tutti via Teramo con la relativa sosta al semaforo”.

Sono invece cominciati i lavori per la realizzazione della nuova segnaletica con l’istituzione dei 60 nuovi posti auto sul lato monte di corso Vittorio, nel tratto compreso tra via Trieste e via Chieti: stalli gratuiti con disco orario, che da venerdì si aggiungeranno ai 40 posteggi già fruibili sul lato monte della nuova strada aperta sulle aree di risulta, a disposizione degli utenti del ‘centro commerciale naturale’.

“Entra nel vivo il cantiere per la riqualificazione di corso Vittorio Emanuele, avviato il 13 gennaio con la chiusura parziale al traffico dell’asse stradale, lasciando aperta, con doppio senso di marcia, la corsia lato monte – ha dichiarato Fiorilli – Corso Vittorio diventerà una strada colorata, luminosa, vivace, in cui il cittadino che vuole passeggiare a piedi per guardare le vetrine potrà tornare a farlo. Ci sarà l’arredo urbano, dunque panchine per la sosta, il verde, le aiuole e la nuova pavimentazione che andremo a installare sarà comunque carrabile. Il nostro obiettivo è compiere su corso Vittorio la stessa operazione-miracolo messa a punto nelle altre vie che oggi sono diventate dei ‘salotti commerciali-turistici-culturali’, dove il cittadino è tornato ad avere la giusta priorità e dove ogni giorno si succedono micro-eventi, iniziative, mostre all’aperto”.

Fiorilli ha ricordato che l’intervento, pari a oltre 1 milione di euro, non è una pedonalizzazione ma un progetto di riqualificazione e valorizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Vittorio, si parte: da venerdì la chiusura al traffico
IlPescara è in caricamento