rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, posticipato il rientro del giovane pescarese bloccato a Wuhan

Il sottosegretario alla salute Zampa ha annunciato che gli italiani bloccati in Cina rientreranno almeno con 24 ore di ritardo

È stato posticipato di almeno 24 ore il rientro dalla Cina degli italiani bloccati a causa del Coronavirus. Fra questi, il 22enne pescarese Lorenzo Di Berardino che si trova a Whuan, la regione dalla quale il virus ha avuto origine. Lo ha fatto sapere il sottosegretario alla salute Sandra Zampa. La decisione è arrivata a seguito dell'incontro che si è tenuto ieri nell'ambito della task force per arginare la diffusione del virus che ha già provocato oltre 100 vittime.

Di Berardino era stato ospite anche alla trasmissione di Rai Uno "La vita in diretta" dove ha raccontato la situazione. Ieri sono stati diagnosticati i primi casi in Italia, riguardanti due cittadini cinesi in vacanza a Roma e trasferiti in quarantena all'ospedale Spallanzani di Roma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, posticipato il rientro del giovane pescarese bloccato a Wuhan

IlPescara è in caricamento