menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppia di Scerni scivola nel fiume Orta: morti Silvia D'Ercole e Giuseppe Pirocchi

Si chiamavano Silvia D'Ercole e Giuseppe Pirocchi le due vittime 32enni di Scerni di Chieti, morte a seguito di una tragica caduta nel fiume Orta a Caramanico Terme durante un'escursione pomeridiana

Sono terminate verso le 21,30 le operazioni di soccorso per il rinvenimento dei due cadaveri trascinati dalle acque del fiume Orta. La disgrazia è avvenuta durante un'escursione lungo i sentieri tracciati di Caramanico Terme. Le salme sono a disposizione degli inquirenti presso l'obitorio dell'ospedale di Pescara.

Si tratta di Silvia D'Ercole e Giuseppe Pirocchi, entrambi trentenni. Sul luogo della tragedia erano presenti anche la sorella di lei con i figli piccoli. La zona impervia e poco illuminata ha messo a dura prova le squadre speciali del Corpo Forestale Parco, del Soccorso Alpino e Speleologico, unitamente a Carabinieri, Vigili del Fuoco ed elisoccorso del 118 di L'Aquila intervenuti nel tardo pomeriggio in località San Tommaso, nella zona dei Luchi. L'allarme è scattato verso le 18,00 quando due giovani conviventi, originari di Scerni, si è avventurata a ridosso delle rapide di Santa Lucia finendo poi travolta dalle correnti del fiume Orta.

COPPIA MUORE A CARAMANICO

La coppia faceva parte di un gruppo di escursionisti composta anche da alcuni familiari.Raccogliendo le dichiarazioni dei testimoni oculari si sta cercando di ricostruire l'accaduto, frutto di un banale incidente e di una assurda fatalità. Dalle prime ipotesi sembrerebbe che sia stata la donna a scivolare per prima in acqua e che il compagno, nel disperato tentativo di riportarla a riva, abbia perso l'equilibrio rimanendo inghiottito dalle correnti.

coppietta-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento