rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Cooperazione Internazionale, nuovo bando per accedere ai fondi

Parte il nuovo bando per accedere ai fondi dell'Istituzione della Solidarietà e della Cooperazione Internazionale: c'è tempo sino al 30 dicembre per presentare la propria proposta

Parte a Pescara il nuovo bando per accedere ai fondi dell’Istituzione della Solidarietà e della Cooperazione Internazionale: sino al 30 dicembre ciascuna associazione potrà presentare la propria proposta tesa a sviluppare almeno uno degli otto punti indicati dalle Nazioni Unite come Obiettivi del Millennio, tra cui eliminare la fame e la povertà, ridurre la mortalità infantile o combattere malattie come l’Aids. A individuare i progetti da finanziare, ciascuno sino a un massimo di 10mila euro, sarà una Commissione ad hoc, sino all’occorrenza del fondo, pari a 26mila 150 euro.

“Per partecipare – ha spiegato il Presidente dell’Istituto per la Cooperazione Internazionale, Domenico Pettinari – le Associazioni Onlus e Ong dovranno essere costituite da almeno un anno, dovranno avere sede legale nella provincia di Pescara, aver operato nell’ambito della solidarietà e della cooperazione internazionale con riferimento ai paesi in via di sviluppo, devono poter garantire una quota di autofinanziamento non inferiore al 10 per cento del costo totale del progetto e presentare un solo progetto. L’intervento dovrà ottemperare ad almeno uno degli otto punti indicati nella Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi del Millennio, ossia eliminare la fame e la povertà, assicurare l’istruzione primaria a tutti i bambini, promuovere la parità tra uomini e donne, ridurre la mortalità infantile, migliorare la salute delle gestanti, combattere l’Aids, la malaria e le altre malattie, migliorare la qualità della vita e il rispetto dell’ambiente e lavorare insieme per lo sviluppo umano. Il progetto presentato dovrà allegare una relazione illustrativa con tutte le informazioni dettagliate delle iniziative che si intendono realizzare, il cronoprogramma degli interventi e l’eventuale presenza di altre forme di contribuzione”.

Ogni associazione potrà ricevere sino a un massimo di 10mila euro e i progetti verranno valutati da una Commissione tenendo conto dei parametri dell’efficacia e sostenibilità; sulla base della partecipazione, ossia i progetti dovranno partire da una programmazione e una gestione partecipata degli stessi dove i soggetti coinvolti possano prendervi parte sulla base dei propri bisogni, e poi devono puntare a promuovere un approccio interculturale.

Le domande potranno essere presentate sino alle 13 del prossimo 30 dicembre. L’erogazione dei contributi avverrà per il 50% a seguito dell’approvazione del progetto e il 50 per cento dopo la realizzazione dello stesso. Gli interventi finanziati dovranno essere completati entro i termini contenuti nella proposta originaria, ma se ciò non fosse possibile per cause non imputabili alla volontà dell’Organismo proponente, potrà essere concessa una proroga non superiore ai 12 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cooperazione Internazionale, nuovo bando per accedere ai fondi

IlPescara è in caricamento