Coronavirus, maggiori controlli per prevenire la diffusione del Covid-19: l'esito del vertice in prefettura

Questo quanto deciso dal comitato dal comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggi, giovedì 20 agosto, per le misure di contenimento previste dall'ordinanza del ministro della Salute del 16 agosto 2020

Intensificare i servizi di vigilanza e di controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine, per garantire il rispetto delle misure dirette a prevenire la diffusione del Covid-19 (Coronavirus).
Questo quanto deciso dal comitato dal comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggi, giovedì 20 agosto, per le misure di contenimento previste dall'ordinanza del ministro della Salute del 16 agosto 2020.

Presieduto dal prefetto Giancarlo Di Vincenzo, all'incontro hanno partecipato il questore Francesco Misiti, i comandanti provinciale dei carabinieri, Eduardo Gambardella, e della guardia di finanza, Vincenzo Grisorio, il direttore marittimo, Salvatore Minervino, l’assessore comunale Adelchi Sulpizio, il sindaco di Città Sant’Angelo, Matteo Perazzetti, i comandanti della polizia provinciale e delle polizie municipali di Pescara e Montesilvano, Giulio Honorati, Danilo Palestini, Nicolino Casale.

Nella riunione sono state prima di tutto richiamate le disposizioni contenute nella recentissima ordinanza del ministro della Salute dello scorso 16 agosto, riguardanti, in particolare, l’obbligo assoluto dalle ore 18 alle ore 6 di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie), ove sia più agevole il formarsi di assembramenti, anche spontanei e/o occasionali, nonché la sospensione, all’aperto o al chiuso, delle attività del ballo nelle discoteche, sale da ballo e locali assimilati destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, spiagge attrezzate e/o spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico.

«Responsabilità, equilibrio, controlli. Sono queste le parole che devono guidarci», dice il prefetto Di Vincenzo, che ha chiarito come siamo necessari il senso di responsabilità di tutti, la consapevolezza di poter vivere la propria vita sociale con equilibrio, la necessità dei controlli nella maggiore e più diffusa consapevolezza del rischio sanitario. In tale ottica, nel corso dell’incontro, è stato deciso di intensificare i servizi di vigilanza e di controllo del territorio da parte delle Forze dell’ordine, per garantire il rispetto delle misure dirette a prevenire la diffusione del virus ed, in particolare per assicurare il rispetto degli obblighi introdotti dalla ordinanza del Ministro delle Salute del 16 agosto scorso. Si è anche concordato sull’opportunità che i Comuni di Pescara e Montesilvano si appellino al senso di responsabilità dei cittadini e dei turisti attraverso una attività informativa sul rispetto delle norme per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e sui dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento