rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Irregolarità nei prezzi del carburante, sanzionati distributori dopo i controlli della guardia di finanza

Controlli delle Fiamme Gialle di Teramo in diverse stazioni di servizio in Abruzzo: elevate sanzioni per 36 mila euro

Sanzioni totali per 36 mila euro elevate dalla guardia di finanza di Teramo dopo alcuni controlli eseguiti nei distributori di carburante.
I militari delle Fiamme Gialle hanno riscontrato irregolarità in materia di esposizione e pubblicazione dei prezzi praticati.

I controlli sono stati eseguiti nel settore delle accise e delle altre imposte sulla produzione e sui consumi, nei confronti degli operatori economici che svolgono attività commerciale nel comparto.

Il piano di intervento attuato in tutto il territorio provinciale alla luce dell’impennata dei prezzi causata dalla crisi internazionale per il conflitto Russo/Ucraino, ha avuto la finalità di contrastare eventuali pratiche commerciali scorrette e ipotesi di contrabbando. I servizi attuati sono stati espletati in forma dinamica su strada, attraverso il controllo di 17 automezzi adibiti al trasporto di prodotti petroliferi che in 29 distributori di carburante. Gli stessi hanno riguardato anche la verifica del possesso delle autorizzazioni per la distribuzione di carburanti per autotrazione, la corretta esposizione al pubblico dei prezzi dei prodotti petroliferi (cosiddetta pubblicità) e la loro comunicazione periodica al ministero dello Sviluppo Economico. Nei confronti dei 29 distributori di carburanti le violazioni constatate sono state pari al 70,37% per quanto concerne l’omessa comunicazione periodica dei prezzi al Mise e del 62,50% per la mancata esposizione dei prezzi praticati al consumo. Le sanzioni complessivamente elevate in esito agli interventi svolti ammontano a oltre 36 mila euro. Sequestrati inoltre 10.800 litri di gpl riscontrato in eccedenza e per i quali è stato omesso il pagamento dell’accisa. L'azione di servizio dei finanzieri teramani costituisce un'ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario assicurato dal Corpo volto a garantire non solo il corretto assolvimento degli obblighi impositivi, il regolare funzionamento dei sistemi di erogazione, la qualità del prodotto venduto ma anche il rispetto della normativa in tema di trasparenza dei prezzi al consumatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irregolarità nei prezzi del carburante, sanzionati distributori dopo i controlli della guardia di finanza

IlPescara è in caricamento