menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Deciso un potenziamento dei controlli nel centro di Pescara dopo l'ennesima rissa in via Piave

È quanto deciso dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito questa mattina, mercoledì 17 giugno

Un potenziamento dei controlli da parte delle forze dell'ordine nelle vie del centro di Pescara dopo l'ultima, ennesima rissa che si è verificata in via Piave la settimana scorsa.
È quanto deciso dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito questa mattina, mercoledì 17 giugno.

A presiedere la riunione è stato il vice prefetto vicario Carlo Torlontano e hanno partecipato il sindaco Carlo Masci, il presidente della Provincia, Antonio Zaffiri, il questore Francesco Misiti, il comandante provinciale dei carabinieri, Eduardo Gambardella, quello della guardia di finanza, Vincenzo Grisorio e quello della polizia municipale, Danilo Palestini. 

Queste le misure decise per contenere gli atti di violenza in centro città:

  • potenziamento dei controlli nel quartiere da parte delle forze dell'ordine e della polizia municipale con il ricorso a unità cinofile;
  • specifici servizi per il controllo del tasso alcolemico;
  • applicazione del Daspo urbano;
  • in caso di accertamento delle violazioni del divieto di vendita degli alcolici ai minorenni, l'applicazione delle sanzioni amministrative di chiusura del locale e sospensione della relativa licenza.

«Il sindaco Masci ha assicurato rigore e tempestività nell'applicazione delle richieste misure amministrative», si legge in una nota della Prefettura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento