rotate-mobile
Cronaca

Boom di contagi nel Pescarese: scatta l'inchiesta della procura

L'ipotesi di reato è omissione d'atti d'ufficio. Eseguite alcune acquisizioni di documenti come disposto dai pm pescaresi

I carabinieri del Nas di Pescara, per conto della procura pescarese, hanno acquisito ieri 19 febbraio alcuni documenti e verbali in Regione a Pescara e all'Aquila, nelle Asl e in ospedale in merito ad un fascicolo aperto dai procuratori Sciarretta e Benigni sul boom di contagi registrato nelle ultime settimane nel Pescarese e in tutta l'area metropolitana.

In particolare sono stati acquisiti, come spiega l'Ansa, i verbali delle riunioni dell'unità di crisi, gli atti relativi all'emergenza e i dati sui contagi da Covid. L'ipotesi di reato sulla quale indaga la procura sarebbe omissioni d'atti d'ufficio. Ricordiamo che Pescara è attualmente la provincia italiana con il maggior incremento di contagi da Covid, derivante soprattutto dalla variante inglese del virus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di contagi nel Pescarese: scatta l'inchiesta della procura

IlPescara è in caricamento