menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sulle conserve alimentari era indicato un peso netto superiore a quello effettivo: sequestrate

La frode è stata scoperta dal Nas di Pescara dopo un controllo in un’impresa della provincia specializzata nella produzione di tipicità abruzzesi. L’attenzione dei carabinieri è stata catturata dalle etichette di oltre 100 vasetti che riportavano un peso improbabile 

Sulle conserve alimentari era indicato un peso netto superiore a quello effettivo, e così sono state sequestrate. La frode è stata scoperta dal Nas di Pescara dopo un controllo in un’impresa della provincia specializzata nella produzione di tipicità abruzzesi. L’attenzione dei carabinieri è stata catturata dalle etichette di oltre 100 vasetti che riportavano un peso improbabile se raffrontato alla capacità del contenitore e alla tipologia del contenuto.

E così la bilancia a disposizione dell’azienda ha svelato l’arcano: al consumatore veniva presentato un prodotto che, di fatto, lo induceva in errore. L’operatore del settore alimentare è stato quindi segnalato alla procura della Repubblica per frode commerciale.

Inoltre i Nas hanno rinvenuto un altro migliaio di barattoli di altre conserve vegetali che erano carenti delle informazioni utili alla loro rintracciabilità: il produttore non è stato in grado di fornire riscontri sull’origine e la provenienza degli ingredienti, l’epoca della produzione e le procedure adottate in tema di autocontrollo aziendale.

Di conseguenza, di concerto con il personale dell’Asl intervenuto sul posto, è stata sospesa immediatamente l’attività per le carenze igienico.sanitarie, strutturali e organizzative del laboratorio e dei locali asserviti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento