menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confiscati dalla Finanza di Pescara i beni di due fratelli condannati per riciclaggio

La Guardia di Finanza di Pescara ha sequestrato e confiscato beni mobili ed immobili ad Ettore e Bruno Creati, due fratelli titolari di una società di autodemolizioni di Spoltore, già condannati per riciclaggio. Il valore stimato è di circa 1,5 milioni

La Guardia di Finanza di Pescara ha confiscato beni immobili e mobili per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro, a due fratelli, Ettore e Bruno Creati, titolari di una società di autodemolizione di Spoltore.

I due sono già stati condannati, qualche anno fa, per riciclaggio di ricambi d'auto e di vetture.

A seguito di quella condanna, le fiamme gialle avviarono un'intensa attività di controllo e verifica dei beni di proprietà dei due uomini, ricostruendo una situazione economica e patrimoniale non compatibile con i redditi dichiarati nel corso degli anni.

Per questo, hanno deciso di sequestrare e confiscare, su disposizione del GIP, i numerosi possedimenti, fra cui terreni, vigneti, 3 appartamenti, 2 magazzni, varie autovetture, una moto ed il mezzo stradale adibito ad autosoccorso che uno dei fratelli utilizzava per la sua attuale attività lavorativa.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento