rotate-mobile
Cronaca

Confcommercio sull'ex Cofa: "Demolizione e bonifica immediata"

Confcommercio Pescara interviene sulla questione dell'ex Cofa, chiedendo al sindaco ed alle Autorità la demolizione immediata della struttura e la bonifica dell'area

Confcommercio Pescara interviene sulla questione dell'ex Cofa, chiedendo al sindaco ed alle Autorità la demolizione immediata della struttura e la bonifica dell'area.

"E' con sconcerto che oggi siamo costretti a prendere atto di una situazione eclatante, inverosimile, quasi disgustosa, assistendo allo stato di fatiscente degrado in cui versa l'intera superficie, piena di cascami pericolosi e disseminata di oltre 10.000 metri quadri di eternit." ha dichiarato l'associazione, che ricorda come la Camera di Commercio aveva dato disponibilità di una somma pari a 350 mila euro per la demolizione e bonifica dell'area, con ordinanza di demolizione emessa dal sindaco D'Alfonso, sottolineando come dal Ponte del Mare si possa vedere lo stato di degrado in cui versa l'area.

"Se in altre parti d'Italia (ci riferiamo ad esempio a Treviso) si è gridato allo scandalo per piccole quantità di eternit presenti in alcune strutture cittadine, cosa dovremmo dire a Pescara riguardo una superficie nella quale, come già sopra accennato, ci si trova di fronte ad oltre 10.000 metri quadri del pericolosissimo materiale? A nome degli operatori e della collettività ci sentiamo scoraggiati, delusi, arrabbiati, quasi increduli per le lungaggini burocratiche, rivolgiamo quindi un invito e un appello al Sindaco Albore Mascia e a tutte le Autorità interessate affinché possa procedersi in tempi brevissimi a dare inizio ai lavori di risanamento della superficie in questione" conclude la Confcommercio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio sull'ex Cofa: "Demolizione e bonifica immediata"

IlPescara è in caricamento