Condannati per omissione di soccorso e stupro gli imputati per la morte di Anna Carlini

La donna fu trovata morta all'interno del tunnel abbandonato della stazione di Pescara

Il tribunale collegiale di Pescara ha condannato i due imputati per la morte di Anna Carlini, la donna di 33 anni morta il 30 agosto 2017 all'interno del tunnel della stazione di Pescara. Si tratta di Nelu Ciuraru e Robert Cioragariu, entrambi di cittadinanza romena. Il secondo è accusato solo di omissione di soccorso aggravata. Ciuraru è stato condannato ad 11 anni e 6 mesi, Cioragariu a due anni. Il pm Di Stefano aveva chiesto rispettivamente 14 anni e 3 anni di carcere. Le motivazioni saranno disponibili dal primo febbraio prossimo.

La Carlini, affetta da problemi psichici, quella sera si era allontanata da casa ed aveva incontrato i due imputati che le avevano fatto bere dell'alcol. Dopo l'abuso sessuale, fu lasciata nel tunnel e ritrovata morta alcune ore dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento