menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune, firmata da Alessandrini la proroga dell'ordinanza antiprostituzione

Prorogata fino al 26 febbraio l'ordinanza comunale antiprostituzione stradale, che vieta di accostarsi a parlare e contrattare prestazioni con le lucciole lungo le strade cittadine. Sanzioni confermate fino a 500 euro

Prorogata l'ordinanza comunale riguardante la prostituzione stradale. Il sindaco Alessandrini infatti ha firmato il documento valido fino al 26 febbraio 2016, che vieta agli automobilisti di accostarsi per chiedere informazioni o contrattare prestazioni sessuali con le prostitute.

Le multe possono arrivare fino a 500 euro, e le zone individuate per l'ordinanza sono quelle ad alto tasso di presenza di lucciole, ovvero la zona della pineta, la zona della stazione e le due riviere.

"Non ci fermeremo, sull’ordine pubblico abbiamo in cantiere altre iniziative che renderemo note a brevissimo e che ci aiuteranno a migliorare la vivibilità di alcuni quartieri, facendo sia da dissuasori di pratiche che non sono in linea con vivibilità e decoro, sia rispondendo alla domanda di sicurezza, che è la richiesta più forte che ci arriva dalla cittadinanza” ha dichiarato il primo cittadino pescarese.

In realtà, la questione delle ordinanze antiprostituzione dei sindaci è al centro di un acceso dibattito giudiziario e legale considerando che diversi automobilisti multati hanno fatto ricorso e i giudici hanno dato loro ragione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento