rotate-mobile
Cronaca

Commercio (sottocosto) di autoveicoli, Iva evasa per 2.400.000 euro

I responsabili, che sono stati denunciati alla procura della Repubblica, sono riusciti a rivendere i mezzi spesso sottocosto, con conseguenti distorsioni nel mercato

L’Agenzia Dogane e Monopoli di Pescara ha scoperto un’evasione dell'Iva pari a circa 2.400.000 euro nel settore del commercio internazionale di autoveicoli. Nei guai sono finite due società con sede in provincia di Roma, che hanno effettuato acquisti di ingenti quantitativi di macchine nell'Unione Europea, per un valore di circa 11 milioni di euro, omettendo ogni tipo di obbligo fiscale.

In questo modo sono riusciti a rivendere i mezzi spesso sottocosto, con conseguenti distorsioni nel mercato. I responsabili sono stati denunciati alla procura della Repubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio (sottocosto) di autoveicoli, Iva evasa per 2.400.000 euro

IlPescara è in caricamento