Civitaquana: condannato a quattro anni l'anziano che sparò al vicino

Firminio Di Sano, 82 anni, di Civitaquana, è stato condannato a quattro anni di carcere dal Tribunale di Pescara per aver sparato al vicino di casa, che si era intrattenuto a parlare con sua moglie. L'episodio è accaduto il 18 marzo scorso. Fortunatamente la vittima dei colpi rimase illesa

L'uomo che il 18 marzo scorso sparò due colpi di fucile al vicino di casa, colpevole di essersi fermato a parlare con sua moglie, è stato condannato dal Tribunale di Pescara a quattro anni di reclusione.

Si tratta di Firminio Di Sano, 82 anni, di Colle Vertieri, Civitaquana. L'uomo si era infuriato con il vicino, un 69enne, per motivi di gelosia, ed aveva afferrato il fucile sparando due colpi in direzione di quest'ultimo.

Fortunatamente, la vittima dei colpi aveva deviato la traiettoria degli spari spostando all'ultimo momento il braccio di Di Sano.

L'anziano, però, non si era dato per vinto, ed aveva prontamente ricaricato il fucile e costretto l'uomo ad inginocchiarsi davanti a lui. Una tragedia evitata solo grazie all'intervento di alcuni vicini di casa e dei Carabinieri, che erano arrivati sul posto grazie ad una tempestiva telefonata.

Il Gup del Tribunale pescarese, De Matteis, ha accolto la richiesta avanzata dal Pm Pompa, che aveva chiesto per l'uomo quattro anni di carcere, riconoscendogli diverse attenuanti generiche.

Di Sano si era sempre difeso affermando di aver sparato accidentalmente, oltre ad attribuire il diverbio a vecchi rancori, piuttosto che ad un impeto di gelosia amorosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento