menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città Sant'Angelo: tre arresti per estorsione ai danni di un barista

I Carabinieri di Montesilvano hanno arrestato tre persone con l'accusa di minacce ed estorsione. L'episodio contestato si riferisce alla richiesta di denaro fatta ad un barista della Marina di Città Sant'Angelo. Fra gli arrestati, due rom pescaresi

Si sono presentati alla porta di un bar di Città Sant'Angelo, chiedendo di riscuotere un debito di circa 10 mila euro maturato da un pittore edile che non era stato pagato.

Una richiesta avanzata con minacce e prepotenza, tanto da portare il titolare del bar a pagare la somma richiesta. L'uomo, però si era anche rivolto, nel frattempo, ai Carabinieri, che hanno così avviato le indagini ed arrestato in flagranza di reato gli estorsori.

Sono finiti in carcere in tre: Carmine Di Rocco, Guerino Spinelli e Paolo De Luca, con l'accusa di estorsione.

Il gruppetto di delinquenti si era rivolto inizialmente al pittore edile chiedendogli la cifra di 10 mila euro. L'artigiano però aveva detto loro di rivolgersi al barista, che gli doveva dei soldi per un lavoro contestato che non era stato pagato completamente.

Da qui la richiesta di denaro al titolare del bar, con visite sempre più frequenti e minacce molto esplicite.

Quando però gli uomini sono arrivati nel bar per incassare il denaro, si sono trovati poco dopo circondati dai Carabinieri, che li hanno perquisiti ed hanno ritrovato la somma, restituita al barista. Per loro è scattato l'arresto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento