Cronaca

Troppi pregiudicati tra i clienti, chiuso il circolo privato “Amici dello Sport”

Il Questore di Pescara ha decretato la sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande del locale, che è situato in via Sacco. Inoltre si è accertata la presenza di alcuni minori, per giunta accompagnati dai genitori, alle macchinette da gioco

Il Questore di Pescara ha decretato la sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande del circolo privato ‘Amici dello Sport’, situato in via Sacco. Non è la prima volta che, nel corso di un controllo all’interno del circolo in questione, vengono identificate persone gravate da precedenti e pregiudizi penali, al punto di determinare la necessità di un intervento cautelare.

Il circolo privato, infatti, era già sottoposto all’attenzione della Polizia perché ritenuto luogo di aggregazione di pregiudicati, così da ingenerare il legittimo dubbio sulla “influenza negativa che l’assidua frequentazione degli stessi può avere sull’ordinamento di un circolo privato, il cui scopo sociale dovrebbe essere quello dell’educazione allo sport”, si legge in una nota della Questura.

Peraltro all’interno del locale sono stati trovati sistemi predisposti per il GAD (cioè le macchinette da gioco) dove si è accertata la presenza di alcuni minori, per giunta accompagnati dai genitori, fatto che, oltre a essere vietato dalla legge, depone negativamente in termini educativi. Nella circostanza sono state contestate anche infrazioni amministrative e illeciti penali. Ciò che, però, ha determinato il provvedimento di sospensione della licenza era “la costante e numerosa presenza di persone gravate da fatti di rilievo penale, che desta apprensione nella collettività”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi pregiudicati tra i clienti, chiuso il circolo privato “Amici dello Sport”

IlPescara è in caricamento