Cronaca

Chalet e stabilimenti balneari: blitz dei Nas, chiusa attività nel pescarese

Nei giorni del Ferragosto i militari dei Nas di Pescara hanno effettuato controlli a tappeto negli chalet, ristoranti e stabilimenti balneari della costa. Chiuso uno stabilimento pescarese per carenze igienico sanitarie

Raffica di controlli, sanzioni, sequestri ed una chiusura. E' questo il bilancio di un'operazione condotta sulla costa abruzzese nei giorni di Ferragosto dal personale dei Nas di Pescara, al fine di verificare il rispetto di tutte le norme igienico sanitarie riguardanti la ristorazione.

La chiusura

In particolare, nel mirino chalet, stabilimenti e ristoranti sul mare. Nel teramano sequestrati circa 200 kg di alimenti in quanto mancavano le informazioni sulla tracciabilità. nel pescarese invece uno stabilimento balneare adibito a ristorazione è stato chiuso per carenze igienico sanitarie. Guarnizioni attinte da muffe, incrostazioni e soluzioni di continuità sulle superfici che hanno imposto, da parte del personale del SIAN dell’ASL, immediatamente intervenuto, l’emissione del provvedimento di sospensione dell’attività.

Quando saranno ripristinate e verificate le condizioni idonee per svolgere l'attività, sarà possibile allo stabilimento riaprire i battenti. Rinvenuti in un altro chalet decine di kg di carne e molluschi non tracciabili, sequestrati dai carabinieri. Inadeguatezze igieniche invece in una macchina del ghiaccio nei pressi di un bagno pubblico, segnalate per ulteriori verifiche. Le multe complessivamente ammontano a migliaia di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chalet e stabilimenti balneari: blitz dei Nas, chiusa attività nel pescarese

IlPescara è in caricamento