rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Centro storico, niente più condizionatori all'esterno degli edifici

Stesso discorso per ombrelloni e tende multicolori. Il Comune dice basta anche ai palazzi dai colori differenti con il Regolamento di attuazione per l'arredo urbano e il Piano del Colore

Niente più condizionatori d’aria sistemati all’esterno dei palazzi storici o nelle aree di pregio, niente ombrelloni o tende multicolori né palazzi dai colori differenti.

Arrivano le regole inderogabili per effettuare opere di manutenzione o per l’installazione di elementi di arredo urbano sul territorio cittadino, a tutela e salvaguardia dell’ambiente, specie nei luoghi identitari della città, come il centro storico o, anche, l’area circostante la Riserva naturale dannunziana, dunque aree di particolare pregio architettonico e paesaggistico.

Quelle regole sono contenute nella delibera del Regolamento di attuazione per l’arredo urbano e il Piano del Colore, già approvata dalla giunta comunale, e che oggi è approdato all’esame della Commissione Gestione del Territorio in vista del Consiglio comunale.

“Un documento - ha detto il Presidente della Commissione Marco Mambella - che, d’ora in avanti, diventerà la ‘Bibbia’ per tutti coloro che presenteranno progetti di manutenzione ordinaria di edifici situati in zone di particolare rilevanza e che meritano un supplemento di attenzione proprio per tutelare il decoro anche estetico della città, ma sarà anche lo strumento che andrà a disciplinare l’installazione di insegne pubblicitarie o elementi di arredo urbano, come vasi, fioriere o tavolini e sedie all’esterno dei locali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, niente più condizionatori all'esterno degli edifici

IlPescara è in caricamento