Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Montesilvano

Centro massaggi a luci rosse: il titolare finisce in carcere

Nonostante gli arresti domiciliari disposti pochi giorni fa, Sasha Castagnelli ha contattato le sue collaboratrici massaggiatrici per fare pressione in merito alle dichiarazioni da rilasciare agli inquirenti

Su richiesta del PM Gennaro Varone, il Nucleo Operativo del Comando Compagnia dei Carabinieri di Montesilvano ha notificato a Sasha Castagnelli l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP Antonella Di Carlo.

Nonostante il divieto di avere contatti telefonici e telematici con soggetti esterni al suo nucleo familiare, la mente del centro massaggi Hanima sequestrato nei giorni scorsi per induzione e sfruttamento della prostituzione, ha continuato a comunicare con l'esterno, in particolar modo con le operatrici coinvolte nell'indagine, utilizzando una sim intestata alla madre.

CENTRO MASSAGGI DIVENTA CASA DEL SESSO

Le conversazioni erano incentrate sul tentativo di attenuare la propria posizione giudiziaria già seriamente compromessa. Le precedenti misure cautelari sono state dunque revocate e sostituite con il trasferimento nel penitenziario pescarese per trasgressioni alle prescrizioni imposte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro massaggi a luci rosse: il titolare finisce in carcere

IlPescara è in caricamento