rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Casa dello Studente a Pescara, ripartono i lavori e le polemiche

Dopo nove anni di stop, ripartono i lavori per la realizzazione della casa dello studente a Pescara. La struttura sorgerà in via Benedetto Croce, e potrà ospitar 65 studenti. Sarà aperta nell'anno accademico 2016 - 2017

Pescara avrà finalmente la sua Casa dello studente. Sono infatti ripartiti, dopo nove anni di stop, i lavori per la realizzazione della struttura che sorgerà in via Benedetto Croce, a Porta Nuova.

La Casa potrà ospitare 65 studenti e sarà attiva a partire dall'anno accademico 2016 - 2017. Ad illustrare i dettagli l'assessore regionale Sclocco, aggiungendo che la struttura non si occuperà solo di dare ospitalità ai ragazzi, ma diventerà anche un polo culturale con spazi ricreativi e dove organizzare seminari e convegni.

Ma l'annuncio ha scatenato anche alcune polemiche, da parte di Forza Italia che con il capogruppo alla Regione Sospiri ha attaccato la Sclocco in merito alla paternità del progetto della Casa.

Ennesimo ‘falso d’autore’ stamane per la giunta regionale D’Alfonso: l’assessore Sclocco annuncia la ripresa dei lavori di realizzazione della Casa dello Studente a Pescara, ma dimentica di ricordare che quei lavori sono stati salvati grazie alla giunta Chiodi, che con l’Ater di Pescara ha intercettato nuovi finanziamenti, ha proposto un nuovo progetto, approvato dal Ministero a fine 2013, e ha emanato un nuovo bando di gara consentendo la riapertura del cantiere. L’assessore Sclocco, che deve ancora spiegare qual è il valore aggiunto inserito dal suo esecutivo nell’opera, ha perso oggi una nuova occasione per fare una bella figura istituzionale riconoscendo l’impegno e il merito di chi l’ha egregiamente preceduta”.ha dichiarato Sospiri, aggiungendo che dalle carte si evince come il merito dell'opera sarebbe da attribuire solamente al centrodestra ed alla giunta Chiodi.

Pronta la risposta dell'assessore Sclocco: "Chi ha perso un'occasione per tacere e' proprio il consigliere Sospiri che, evidentemente, non ha seguito con attenzione la mia conferenza stampa ne' ha letto le agenzie relative ne' ha ascoltato le mie interviste. Non solo ho correttamente ricostruito l'intera vicenda fin dal 1997, ma ho anche ringraziato tutti i protagonisti che, a vario titolo, hanno fornito un contributo utile alla causa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa dello Studente a Pescara, ripartono i lavori e le polemiche

IlPescara è in caricamento