rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Carte di credito clonate: la Polizia Postale di Pescara arresta due latitanti romeni

La Polizia Postale di Pescara ha arrestato i due latitanti romeni che erano sfuggiti alla cattura a seguito dell'operazione internazionale "Creieur", riguardante la banda che clonava carte di credito in tutto il mondo. Si tratta di Stan Sorin e la compagna Liliana Rebegea. In due anni avevano clonato più di 41 mila carte

A distanza di un mese e mezzo circa, l'operazione "Creieur" della Polizia Postale di Pescara in collaborazione con la Finanza e l'Interpol prosegue con gli arresti dei ricercati ancora in libertà.

Sono stati infatti arrestati i due latitanti, di nazionalità romena, appartenenti alla banda di criminali che clonava carte di credito grazie agli skimmer installati in tutto il mondo. Oltre 41 mila carte clonate, per un giro d'affari illecito che supera i sette milioni di euro.

Si tratta di Stan Sorin e la compagna Liliana Rebegea. Sono stati bloccati dagli agenti di Polizia all'aeroporto di Linate, a Milano, mentre erano di ritorno dall'Irlanda.

In particolare, Sorin rappresentava la "mente" dell'organizzazione, in quanto responsabile di tutta la parte informatica, essendo esperto del settore, mentre la Rebegea si occupava della parte logistica.

I due erano sfuggiti agli arresti avvenuti lo scorso 31 luglio quando furono fermate 24 persone a fronte di 51 ordini di custodia cautelare emessi dal Gip di Pescara Di Fine, su richiesta del Pm Varone che ha collaborato con magistrati di tutto il mondo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carte di credito clonate: la Polizia Postale di Pescara arresta due latitanti romeni

IlPescara è in caricamento