rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Carte di credito clonate: arrestati tre bulgari dalla Polizia Postale

La Polizia Postale di Pescara ha arrestato tre cittadini bulgari intenti a manomettere uno sportello bancomat. Sono state trovate anche alcune carte di credito clonate e l'attrezzatura necessaria per il furto dei dati, i cosiddetti skimming

Nel corso di alcune indagini la Polizia Postale di Pescara ha arrestato tre cittadini bulgari con l'accusa di aver clonato carte di credito e manomesso diversi sportelli bancomat nella zona del pescarese.

Si tratta di Nikola e Stoyan Dobrev, 35 e 33 anni, e Mihaiv Iliev (38).

I tre criminali sono stati sorpresi, l'altra notte, mentre erano intenti, per l'appunto, a manomettere uno sportello attraverso l'attrezzatura necessaria allo skimming, la tecnica che permette di rubare i dati personali dei clienti che si recano allo sportello per un prelievo.

Nelle ultime settimane erano aumentate in modo allarmante le denunce fra Pescara, Montesilvano e Francavilla per frodi legate alle carte di credito, tanto da insospettire gli uomini della Polizia Postale che hanno aumentato i controlli.

Condotti nel carcere di Pescara, sono già stati interrogati dal Gip che si occupa delle indagini, Michela Di Fine.

Qualche settimana fa, la Questura di Pescara in collaborazione con l'Europol e diverse forze di Polizia internazionali, aveva sgominato una pericolosa banda di romeni che aveva messo a segno colpi in tutto il mondo, clonando migliaia di carte di credito.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carte di credito clonate: arrestati tre bulgari dalla Polizia Postale

IlPescara è in caricamento