menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carceri Abruzzo : sempre più nell’emergenza

Eugenio Sarno, Segretario Generale della Uil Pa Penitenziari, rilancia l'allarme per quanto riguarda la situazione d'emergenza all'interno delle carceri abruzzesi. Il contingente di polizia penitenziaria dell'Abruzzo è in sottorganico di circa il 9%

" Le beghe e le baruffe tra Ministri variamente competenti ad esprimersi sul c.d. -decreto carceri- allontanano qualsiasi prospettiva di soluzione all'emergenza penitenziaria. Questo è un bruttissimo segnale che rischia di alimentare le già palpabili tensioni interne e contribuisce a deprimere e demotivare ulteriormente il personale. Comincia a radicarsi, ormai, l'idea che , al di la delle parole e degli slogan si è costretti ad operare in solitudine e nel più completo abbandono e disinteresse. Delle annunciate assunzioni non c'è traccia, del fantomatico piano carceri non si ha notizia, le misure deflattive sono oggetto di feroci scontri politici e tra politici. Nel frattempo in carcere si continua a morire e a lavorare in condizioni infamanti senza garanzie, senzae diritti e con il concreto rischio di soccombere alle violenze"

Non usa giri di parole Eugenio SARNO, Segretario Generale della UIL PA Penitenziari, per rilanciare l'allarme sulle condizioni di vita e di lavoro all'interno dei penitenziari

" Ad una già drammatica situazione amministrativa ed operativa che affligge il personale di polizia penitenziaria, si aggiungono - ricorda SARNO - anche gli innumerevoli eventi critici che si verificano all'interno di esse. Dall'inizio dell'anno nelle carceri abruzzesi tre detenuti si sono suicidati; sette sono i suicidi sventati in extremis dai poliziotti penitenziari; nove sono le unità di polizia penitenziaria ferite a seguito di aggressioni da parte di detenuti. A questi numeri, già molto indicativi, si debbono coniugare anche le diverse proteste messe in atto dai detenuti a Lanciano, Sulmona, Teramo e Pescara ed un tentativo di evasione fortunatamente sventato"

L'analisi dei numeri, purtroppo, conferma l'allarme lanciato dalla UIL PA Penitenziari

" Il contingente di polizia penitenziaria dell'Abruzzo è in sottorganico di circa il 9%. Rispetto alle 1323 unità previste dal decreto ministeriale del 2001 ne sono in servizio 1209. Gli istituti della regione potrebbero ospitare al massimo 1396 detenuti e invece se ne contano 1863, per un sovraffollamento di circa il 130 %. Insomma - chiosa il Segretario della UIL PA Penitenziari -gli elementi per essere molto più che preoccupati ci sono tutti. E temiamo che il peggio debba ancora arrivare"

 

Tabella riepilogativa presenze detenuti ore 17.00 - del 10 maggio 2010 (fonte DAP)

Regolamentare / Presenze effettive

Istituto

Uom ini

Donne

Totale

 

Uomini

Donne

Totale

Avezzano

0

0

0

 

0

0

0

Chieti

69

14

83

 

97

24

121

L'aquila

201

4

205

 

169

3

172

Lanciano

181

0

181

 

317

0

317

Pescara

256

0

256

 

189

0

189

Sulmona

301

0

301

 

428

0

428

Teramo

210

21

231

 

359

28

387

Vasto

178

20

198

 

259

0

259

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento