menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carceri: in Abruzzo cresce l'emergenza

Eugenio Sarno, Segretario Generale UIL PA Penitenziari, continua a denunciare una situazione d'emergenza insostenibile nelle carceri abruzzesi

Eugenio Sarno, Segretario Generale della UIL PA Penitenziari, continua a denunciare la situazione d'emergenza nelle carceri italiane ed abruzzesi per quanto riguarda il sovraffollamento e la mancanza di personale.

"Alle ore 20. 00 di ieri erano presenti in ABRUZZO 1965 detenuti ( 1895 uomini e 70 donne) a fronte di una ricettività massima consentita pari a 1455 ( 1396 uomini e 59 donne) .

Situazioni di sovraffollamento a Lanciano ( 340 presenti, 181 previsti), Sulmona ( 423 presenti, 301 previsti, Vasto ( 282 presenti, 198 previsti), Chieti ( 127 presenti, 83 previsti) e Teramo ( 410 presenti, 231 previsti). In controtendenza L'Aquila ( 176 presenti, 205 previsti) e Pescara (207 presenti,
256 previsti)." afferma Sarno, che sottolinea come il sindacato abbia da tempo evidenziato la situazione di emergenza che va a vanti ormai da tantissimo tempo, in particolare per quanto riguarda le carceri di Sulmona, Lanciano e Teramo.

Anche per quanto riguarda la carenza di personale, la situazione sembra essere critica: "Secondo la visione burocratica dell'Amministrazione gli organici del personale di polizia penitenziaria in Abruzzo sarebbero al completo. Noi contestiamo questi dati, confidando sulla certezza dei numeri. L'organico complessivo regionale è fissato in 1604. Per i soli servizi interni agli istituti sarebbero previste 1466 unità, invece ve ne sono solo 1362".

Anche sul versante del personale amministrativo, Sarno denuncia la mancanza di decine di unità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento