menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carceri Abruzzo: 2010 all'insegna dell'emergenza sovraffollamento

La UIl Pa Penitenziari ha diffuso oggi i dati riguardanti l'andamento e la situazione delle carceri abruzzesi. Sono 460 i detenuti in più rispetto alle capienze massime previste

Una situazione preccoupante, in alcuni casi drammatica, sotto tutti i punti di vista, soprattutto per quanto riguarda i suicidi, le proteste ed il problema del sovraffollamento.

E' questo il quadro delineato dalla'Uil Pa Penitenziari Abruzzo, sindacato della Polizia Penitenziaria, per quanto riguarda il 2010 dietro le sbarre sul territorio regionale.

Sono 460 i detenuti in più presenti rispetto alla capienza massima prevista negli istituti abruzzesi; situazione particolarmente difficile a Lanciano e Teramo, mentre a Pescara il problema del sovraffollamento attualmente non è presente.

Quattro i suocidi avvenuti in cella (nessuno a Pescara), mentre sono 43 tentativi con salvataggio da parte degli agenti in 16 casi.

Undici le aggressioni subite dalla Polizia Penitenziaria.

“ Non abbiamo mai mancato di rilevare e denunciare le gravi criticità che investono alcuni istituti dell’Abruzzo. Teramo, Lanciano e Sulmona continuano ad essere le situazioni più complesse e pericolose per quegli aspetti di sovraffollamento e promiscuità di cui abbiamo fatto cenno più volte. Pescara è l’emblema dello stallo organizzativo ed operativo. "dichiara il segretario Eugenio Sarno, che parla di investimenti urgenti per migliorare almeno parzialmente la situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento